Area: SETTORE ALIMENTARE

Per iscriversi o avere maggiori informazioni contattaci al seguente indirizzo email: s.romano@struqture.it

Clicca su un corso per vedere i dettagli.

DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGIONALE: L.R. n. 33/2009 art. 126


CONTENUTI:

  • La formazione degli alimentaristi - Introduzione
  • Allergeni
  • La conservazione degli alimenti
  • Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
  • Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto ai responsabili di imprese alimentari, ai responsabili dei piani di autocontrollo e agli addetti alla produzione e preparazione di alimenti operanti in regione Lombardia.
Il ruolo determinante della formazione è stato confermato anche dalla normativa comunitaria in materia di igiene degli alimenti costituenti il cosiddetto “Pacchetto Igiene”, in particolare dal regolamento CE/852/2004.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO REG CE 852/200


CONTENUTI:

• La formazione degli alimentaristi - Introduzione
• I rischi e i pericoli alimentari
• Allergeni
• La conservazione degli alimenti
• Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
• Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto agli operatori della procedura HACCP all’interno di ogni azienda alimentare operanti in regione Piemonte.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO REG CE 852/2004


CONTENUTI:

• Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione;
• Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP;
• Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare.
• Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo;
• Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive;
• Conservazione degli alimenti;
• Approvvigionamento delle materie prime;
• Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature;
• Igiene personale.
• Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività.


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto ai Responsabili della procedura HACCP all’interno di ogni azienda alimentare operante in regione Piemonte.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA REGIONALE: L.R. N. 24/2003


CONTENUTI:

• Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione;
• Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP;
• Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare.
• Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo;
• Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive;
• Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP.
• Conservazione degli alimenti;
• Approvvigionamento delle materie prime;
• Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature;
• Igiene personale.
• Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività.


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto agli operatori del settore alimentare o ai responsabili dei piani di autocontrollo di attività alimentari complesse, i quali devono possedere un’idonea formazione in ambito alimentare e sono obbligati ad assicurare quella degli addetti tramite specifici corsi di formazione. Per attività complesse si intendono quelle attività in cui vi è una manipolazione diretta dell’alimento finalizzata alla produzione e preparazione di alimenti. Rientrano in questo gruppo attività come: esercizi di somministrazione con preparazione (ristoranti, trattorie, osterie, tavole calde, pizzerie, self-service e similari), laboratori di produzione industriale e artigianale, catering, produzione di alimenti da asporto (gastronomie, rosticcerie, friggitorie e similari), produzione di pasti per la ristorazione collettiva (cucine e centri cottura di mense aziendali, scuole, ospedali, strutture assistenziali e similari), laboratori di pasta fresca, panifici, laboratori di produzione di gelato, pasticceria e affini.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA REGIONALE: L.R. N. 24/2003


CONTENUTI:

  • Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione;
  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP;
  • Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare.
  • Conservazione degli alimenti;
  • Approvvigionamento delle materie prime;
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature;
  • Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività.


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto agli addetti del settore alimentare operanti in attività alimentari complesse in regione Toscana, i quali devono possedere un’idonea formazione in ambito alimentare. Per attività complesse si intendono quelle attività in cui vi è una manipolazione diretta dell’alimento finalizzata alla produzione e preparazione di alimenti. Rientrano in questo gruppo attività come: esercizi di somministrazione con preparazione (ristoranti, trattorie, osterie, tavole calde, pizzerie, self-service e similari), laboratori di produzione industriale e artigianale, catering, produzione di alimenti da asporto (gastronomie, rosticcerie, friggitorie e similari), produzione di pasti per la ristorazione collettiva (cucine e centri cottura di mense aziendali, scuole, ospedali, strutture assistenziali e similari), laboratori di pasta fresca, panifici, laboratori di produzione di gelato, pasticceria e affini.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA REGIONALE: L.R. N. 24/2003


CONTENUTI:

• Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione;
• Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP;
• Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare.
• Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo;
• Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive;
• Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP.
• Conservazione degli alimenti;
• Approvvigionamento delle materie prime;
• Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature;
• Igiene personale.


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto agli operatori del settore alimentare o ai responsabili dei piani di autocontrollo di attività alimentari semplici, i quali devono possedere un’idonea formazione in ambito alimentare e sono obbligati ad assicurare quella degli addetti tramite specifici corsi di formazione.
Per attività semplici si intendono quelle di vendita, somministrazione, deposito e trasporto. Ovvero quelle attività in cui non vi è una manipolazione diretta dell’alimento ai fini di una sua trasformazione in un nuovo prodotto. Rientrano in questa classificazione, per esempio, attività come: esercizi di sola somministrazione senza preparazione o con limitata tipologia produttiva (bar, caffè, pub, gelaterie, birrerie, pasticcerie e similari), sporzionamento di pasti pronti in mense e strutture assistenziali, depositi di sostanze alimentari, trasporto di alimenti anche deperibili, vendita di carni fresche, prodotti della pesca e ortofrutticoli, negozi di generi alimentari confezionati.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA REGIONALE: L.R. N. 24/2003


CONTENUTI:

  • Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione;
  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP;
  • Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare.
  • Conservazione degli alimenti;
  • Approvvigionamento delle materie prime;
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature;
  • Igiene personale.


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto agli addetti del settore alimentare operanti in attività alimentari semplici all'interno della regione Toscana, i quali devono possedere un’idonea formazione in ambito alimentare.
Per attività semplici si intendono quelle di vendita, somministrazione, deposito e trasporto. Ovvero quelle attività in cui non vi è una manipolazione diretta dell’alimento ai fini di una sua trasformazione in un nuovo prodotto. Rientrano in questa classificazione, per esempio, attività come: esercizi di sola somministrazione senza preparazione o con limitata tipologia produttiva (bar, caffè, pub, gelaterie, birrerie, pasticcerie e similari), sporzionamento di pasti pronti in mense e strutture assistenziali, depositi di sostanze alimentari, trasporto di alimenti anche deperibili, vendita di carni fresche, prodotti della pesca e ortofrutticoli, negozi di generi alimentari confezionati.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
DGR LAZIO N. 825 del 03.11.2009
SENTENZA TAR LAZIO 1179-2010


CONTENUTI:

• Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione;
• Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP;
• Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare.
• Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo;
• Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive;
• Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP.
• Conservazione degli alimenti;
• Approvvigionamento delle materie prime;
• Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature;
• Igiene personale.
• Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività.


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto ai Responsabili della procedura HACCP all’interno di ogni azienda alimentare operante nella regione Lazio.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
DGR LAZIO N. 825 del 03.11.2009
SENTENZA TAR LAZIO 1179-2010


CONTENUTI:

  • La formazione degli alimentaristi - Introduzione
  • Allergeni
  • La sicurezza di un alimento, MTA, Rischi chimico e fisico
  • Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo
  • Definizione dei limiti e misure correttive e Piano/Manuale di Autocontrollo
  • La rintracciabilità e le procedure
  • La conservazione degli alimenti
  • Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
  • Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutti gli Addetti che manipolano alimenti all’interno di ogni azienda alimentare della regione Lazio.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGIONALE: DGR 29.06.2012 n. 793


CONTENUTI:

• Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione;
• Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP;
• Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare.
• Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo;
• Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive;
• Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP.
• Conservazione degli alimenti;
• Approvvigionamento delle materie prime;
• Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature;
• Igiene personale.
• Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività.


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto ai titolari di imprese alimentari, ai responsabili dei piani di autocontrollo e agli addetti alla produzione e preparazione di alimenti.
Il ruolo determinante della formazione è stato confermato anche dalla normativa comunitaria in materia di igiene degli alimenti costituenti il cosiddetto “Pacchetto Igiene”, in particolare dal regolamento CE/852/2004.
NOTA: la formazione dei soggetti che, nelle imprese alimentari, si occupano di produzione, preparazione e/o somministrazione di alimenti privi di glutine, deve anche comprendere un apposito modulo in materia di celiachia, della durata minima di 2h.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGIONALE: DGR 29.06.2012 n. 793


CONTENUTI:

• La formazione degli alimentaristi - Introduzione
• La sicurezza di un alimento, MTA, Rischi chimico e fisico
• La conservazione degli alimenti
• Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
• Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature
• Incidenza delle malattie trasmesse da alimenti (MTA) e frodi alimentari
• Frodi sanitarie e commerciali, i rischi delle fasi produttive, allergeni
• Indicazioni e claims nutrizionali


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto agli Operatori del Settore Alimentare e agli alimentaristi.
La formazione degli alimentaristi rappresenta uno strumento essenziale di prevenzione nell’ambito della sicurezza alimentare.
Il ruolo determinante della formazione è stato confermato anche dalla normativa comunitaria in materia di igiene degli alimenti costituenti il cosiddetto “Pacchetto Igiene”, in particolare dal regolamento CE/852/2004.
NOTA: la formazione dei soggetti che, nelle imprese alimentari, si occupano di produzione, preparazione e/o somministrazione di alimenti privi di glutine, deve anche comprendere un apposito modulo in materia di celiachia, della durata minima di 2h.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

La regione Liguria prevede questa formazione di 2 ore come obbligatoria per tutti i soggetti che, nelle imprese alimentari, si occupano di produzione, preparazione e/o somministrazione di alimenti privi di glutine.


CONTENUTI:

  • Cosa conosciamo della celiachia
  • La piramide dell’alimentazione mediterranea senza glutine
  • Classifichiamo gli alimenti
  • Frutta e verdura
  • Cereali, pseudocereali, farine consentite e patate
  • Oli vegetali e frutta secca oleosa
  • Carne, pesce, uova e legumi
  • Latte e derivati
  • Alimenti da limitare ricchi in grassi e zuccheri
  • Bevande
  • Cosa troviamo in commercio
  • Occhio all’etichetta
  • La Legge 123/2005
  • Come procedere per produrre pasti senza glutine


DESTINATARI:

Questo percorso è realizzato con l’obiettivo di dare informazioni pratiche a tutti gli operatori del settore alimentare (e non solo). Vengono, infatti, trattati argomenti teorico-pratici per comprendere inizialmente cos’è e come si manifesta questa malattia, per poi passare agli accorgimenti da tenere durante la preparazione di alimenti senza glutine.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

La normativa emanata dalla Giunta Provinciale della Provincia Autonoma di Trento (delibera n. 159 del 10/02/2008) stabilisce che l’individuazione dei fabbisogni formativi per gli addetti al settore delle imprese alimentari spetta al responsabile di ogni singola impresa, che individua nel proprio piano di autocontrollo i criteri e le modalità per la programmazione in base ai rischi ed alla complessità dei processi produttivi e delle produzioni.
Questo corso viene incontro a queste esigenze, toccando argomenti quali la normativa europea, gli allergeni, la conservazione degli alimenti e, soprattutto, l'igiene degli alimenti e l'igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature.


CONTENUTI:

  • La formazione degli alimentaristi – Introduzione
  • Allergeni
  • Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
  • Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature


DESTINATARI:

Questo corso rappresenta una formazione per gli addetti alla produzione e vendita delle imprese alimentari operanti nella Provincia di Trento.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Gli addetti a queste mansioni sono tenuti alla frequentazione alle mansioni di un corso base della durata minima di 3 ore.
In questo corso verranno presi in esame argomenti quali rischi e pericoli alimentari, conservazione degli alimenti e igiene, individuazione e controllo rischi, allergeni e celiachia.


CONTENUTI:

  • I rischi e i pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e tecniche di prevenzione
  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP
  • Obblighi e responsabilità dell'industria alimentare
  • Tecniche di conservazione degli alimenti
  • Approvvigionamenti materie prime
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature
  • Igiene personale
  • Metodi e tecniche di individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole attività
  • Epidemiologia
  • Gli allergeni alimentari
  • Celiachia


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutto il personale alimentare le cui mansioni rientrano nei Livelli 1 e 2 così come classificati nella DGR 311/2019 della Regione Emilia-Romagna.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Rimanere aggiornati sulle procedure dei metodi di autocontrollo e degli obblighi di responsabilità dell’industria alimentare, sui rischi alimentari e sulle buone prassi igieniche da adottare
NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGIONALE: DGR 311/2019


CONTENUTI:

  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP e Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare
  • Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione
  • Conservazione degli alimenti
  • Approvvigionamento delle materie prime e Igiene personale
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature
  • Linee di indirizzo per la prevenzione del soffocamento da cibo in età pediatrica


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutti gli addetti alle mansioni elencate nei livelli 1 e 2 della Delibera della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna n. 311/2019.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Corso sulle regole per la salvaguardia dell'igiene alimentare per le figure del Gruppo 1 definito da Regione Veneto.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGIONALE: DGR 2898 del 28/12/2012


CONTENUTI:

  • Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
  • Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature
  • Tabella degli allergeni


DESTINATARI:

Questo corso rappresenta un'informativa sulle norme di comportamento per una corretta preparazione/manipolazione sicura degli alimenti per gli addetti al GRUPPO 1, cioè:
- Cantinieri addetti all'imbottigliamento
- Lavapiatti
- Venditori frutta/verdura
- Mugnai
- Personale degli asili e scuole materne che non manipola alimenti
- Ecc.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Corso sulle regole da osservare per la salvaguardia dell'igiene alimentare per gli addetti appartenenti al Gruppo 2 definito da Regione Veneto.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGIONALE: DGR 2898 del 28/12/2012


CONTENUTI:

  • La formazione degli alimentaristi – Introduzione
  • Allergeni
  • La sicurezza di un alimento, MTA, Rischi chimico e fisico
  • Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
  • Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature
  • Tabella degli allergeni


DESTINATARI:

Questo corso rappresenta una formazione per gli addetti che manipolano alimenti (anche per successiva vendita), identificati per la Regione Veneto, nel GRUPPO 2, cioè:
- Cuochi
- Aiuto cuochi
- Pizzaioli
- Addetti al catering
- Camerieri
- Pasticceri
- Gelatieri/gelatai
- Pescivendoli
- Pastai
- Macellai - addetti alla macellazione
- Addetti alle lavorazioni latiero casearie
- Macellatori
- Sezionatori
- Venditori di dolciumi sfusi
- Addetti alla produzione e confezionamento di prodotti di 4° gamma
- Alimentaristi
- Baristi (sia che manipolino alimenti, sia che somministrino solo bevande od alimenti confezionati)
- Mungitori
- Trasportatori che durante le fasi del trasporto possono entrare in contatto con alimenti non confezionati
- Panificatori
- Ecc.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGIONALE: CSR 2470/0; CSR 59/10; L.R. Puglia 22/07; Regolamento Regione Puglia 5/08; D.D. Puglia 247/2008; Comunicazione Regione Puglia del 15/02/13; Parere favorevole Prot. n° AOO 152/3108 del 20/06/2017


CONTENUTI:

  • La formazione degli alimentaristi - Introduzione
  • Allergeni
  • La conservazione degli alimenti
  • Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
  • Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutto il personale alimentarista che svolge mansioni di produzione post-primaria, trasformazione, preparazione, somministrazione, commercio di prodotti alimentari sottoposti a regime di temperatura controllata.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Formazione sui microrganismi patogeni e condizioni che favoriscono o inibiscono la relativa crescita; sulla corretta conservazione degli alimenti e trattamenti di abbattimento microbico, con particolare riferimento alla catena del freddo e alle corrette temperature di conservazione degli alimenti; sulla prevenzione delle tossinfezioni alimentari; sui piani di autocontrollo basati sul sistema HACCP.
NORMATIVA REGIONALE: GURS n.72 del 09/03/2018


CONTENUTI:

  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP e Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare
  • Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione
  • Conservazione degli alimenti
  • Approvvigionamento delle materie prime e Igiene personale
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature
  • Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività - PARTE I
  • Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività - PARTE II
  • Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo e Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive
  • Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP - Parte I
  • Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP - Parte II


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutti gli alimentaristi operanti in Regione Sicilia, in conformità alla normativa regionale.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Rimanere aggiornati sui microrganismi patogeni e condizioni che favoriscono o inibiscono la relativa crescita; sulla corretta conservazione degli alimenti e trattamenti di abbattimento microbico, con particolare riferimento alla catena del freddo e alle corrette temperature di conservazione degli alimenti; sulla prevenzione delle tossinfezioni alimentari; sui piani di autocontrollo basati sul sistema HACCP.
NORMATIVA REGIONALE: GURS n.72 del 09/03/2018


CONTENUTI:

  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP e Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare
  • Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione
  • Conservazione degli alimenti
  • Approvvigionamento delle materie prime e Igiene personale
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature
  • Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività - PARTE I
  • Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività - PARTE II
  • Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo e Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive
  • Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP - Parte I
  • Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP - Parte II


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutti gli alimentaristi che abbiano già effettuato il corso di prima formazione, in conformità alla normativa della Regione Sicilia, GURS n. 72 del 09.03.2018 Il corso di aggiornamento per la Regione Sicilia ha durata triennale.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

L’HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) rappresenta per l’industria alimentare la fonte principale per l’autocontrollo igienico sanitario ed è obbligatorio per garantire la salute e la tutela dalle contaminazioni alimentari. Il corso è indispensabile e rappresenta un obbligo di legge ed è fondamentale per essere in regola con la propria attività.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
DGR 10-12-2002 n. 2173-ME/SAN
DGR n.2232 del 28/12/2009


CONTENUTI:

• La formazione degli alimentaristi – Introduzione
• Allergeni
• La sicurezza di un alimento, MTA, Rischi chimico e fisico
• Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo
• Definizione dei limiti e misure correttive e Piano/Manuale di Autocontrollo
• La rintracciabilità e le procedure
• La conservazione degli alimenti
• Igiene degli alimenti e controllo delle forniture
• Igiene del personale e sanificazione dei locali e delle attrezzature


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutti gli Addetti che manipolano alimenti all’interno di ogni azienda alimentare operante nella regione Marche.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Rimanere aggiornati sulle procedure dei metodi di autocontrollo e degli obblighi di responsabilità dell’industria alimentare, sull’individuazione e il controllo dei rischi specifici e delle buone prassi


CONTENUTI:

  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP e Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare
  • Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione
  • Conservazione degli alimenti
  • Approvvigionamento delle materie prime e Igiene personale
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature
  • Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività
  • Le principali parti costitutive di un piano di autocontrollo e Identificazione dei punti critici, loro monitoraggio e misure correttive
  • Le procedure di controllo delocalizzate e le GMP


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutti i Responsabili che gestiscono attività alimentari, che abbiano già effettuato un corso di prima formazione, in conformità alle normative regionali in cui ha sede l’attività.
Anche il periodo di aggiornamento varia in base alle normative regionali. Può essere infatti triennale, quadriennale o quinquennale


DOWNLOAD SCHEDA CORSO
DESCRIZIONE:

Rimanere aggiornati sulle procedure dei metodi di autocontrollo e degli obblighi di responsabilità dell’industria alimentare, sui rischi alimentari e sulle buone prassi igieniche da adottare


CONTENUTI:

  • Metodi di autocontrollo e principi del sistema HACCP e Obblighi e responsabilità dell’industria alimentare
  • Rischi e pericoli alimentari: chimici, fisici, microbiologici e loro prevenzione
  • Conservazione degli alimenti
  • Approvvigionamento delle materie prime e Igiene personale
  • Pulizia e sanificazione dei locali e delle attrezzature


DESTINATARI:

Questo percorso è rivolto a tutti gli Addetti che lavorano all’interno di attività alimentari, che abbiano già effettuato un corso di prima formazione, in conformità alle normative regionali in cui ha sede l’attività.
Anche il periodo di aggiornamento varia in base alle normative regionali. Può essere infatti triennale, quadriennale o quinquennale.


DOWNLOAD SCHEDA CORSO

Accedi alla piattaforma: